Skip to main content

PATENT BOX

Entità Contributo deduzione del 110% sui costi di Ricerca e Sviluppo
Tipo di Agevolazione
Contributo a fondo perduto
Dimensione Impresa
Grande Impresa
Media Impresa
Micro Impresa
Piccola Impresa

PATENT BOX - deduzione del 110% sui costi di Ricerca e Sviluppo

Che cos’è il Patent Box?

Il Patent Box consiste in una deduzione fiscale del 110% dei costi sostenuti per la ricerca e sviluppo di particolari beni immateriali:

  •  brevetti industriali
  •  disegni e modelli
  •  software protetto da copyright

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha sviluppato il Patent Box con tre chiari obiettivi:

  •  Incentivare gli investimenti in ricerca e sviluppo
  •  Ricollocare i beni immateriali di imprese italiane o estere attualmente detenuti all’estero
  •  Mantenere i beni immateriali in Italia ed evitare la loro ricollocazione all’estero

Chi può beneficiare del Patent Box?

Possono beneficiare del Patent Box tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa (sia quindi imprenditori individuali che società), indipendentemente dal tipo di contabilità adottata e dal titolo giuridico, residenti in Italia.

Per beneficiare del regime di tassazione agevolata l’impresa deve aver svolto attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla produzione di software protetto da copyright, brevetti industriali, disegni e modelli giuridicamente tutelati.

Patent Box: i beni oggetto dell’agevolazione

Permettono di accedere al Patent Box 4 categorie di beni immateriali:

  •  Software: ovvero programmi per elaborare in qualunque forma, purché originali e protetti da copyright o brevetti;
  •  Brevetti: rientrano nell’agevolazione brevetti per invenzione, brevetti per modello di utilità, brevetti per nuove varietà vegetali, topografie di prodotti a semiconduttori, certificati complementari per prodotti medicinali e certificati complementari per prodotti fitosanitari;
  •  Disegni e Modelli: rientrano nell’agevolazione disegni e modelli giuridicamente tutelabili, domande di registrazione di disegni e modelli, disegni e modelli registrati, disegni e modelli comunitari non registrati che però possiedano i requisiti di registrabilità e disegni industriali che presentino carattere creativo e valore artistico;

Sono esclusi invece i marchi d’impresa, le liste clienti e fornitori e i diritti d’autore su opere letterarie, scientifiche, fotografiche, didattiche, d’arte cinematografica, composizioni musicali e sculture.

Che attività di ricerca e sviluppo possono rientrare nel Patent Box?

Possono rientrare nel Patent Box le attività di ricerca e sviluppo interne o conferite in outsourcing, in queste modalità:

  •  attività di ricerca e sviluppo svolte dall’impresa richiedente: sono attività di ricerca effettuate internamente senza la stipula di contratti di ricerca con enti o società non appartenenti al gruppo;
  •  attività di ricerca e sviluppo conferite in outsourcing: devono essere attività svolte attraverso l’ausilio di società esterne mediante contratti di ricerca stipulati o con società diverse da quelle appartenenti al gruppo o con università, enti di ricerca e organismi equiparati.

Rientrano nel Patent Box svariate tipologie di ricerca, sviluppo e design, quali:

Ricerca Fondamentale

La ricerca fondamentale è definita dal Decreto Legislativo che regola il Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo come “Lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità, l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o utilizzazioni pratiche dirette”.

Rientrano quindi in questa categoria tutte le attività di ricerca sperimentale o teorica volta ad acquisire nuove conoscenze, che vengono poi utilizzate nella ricerca applicata.

Ricerca Applicata

Nella ricerca applicata rientrano tutte le attività di testing e sperimentazioni per sviluppare nuovi prodotti o processi o migliorare quelli già in essere:

  •  Ricerca pianificata per acquisire conoscenze e capacità utilizzate per sviluppare nuovi prodotti, processi o servizi (anche già esistenti)
  •  Sviluppo sperimentale e competitivo: utilizzo delle conoscenze tecniche (tecnologiche, scientifiche, commerciali) per sviluppare prodotti, processi, servizi nuovi o migliorati
  •  Definizione concettuale di nuovi prodotti/processi/servizi
  •  Test, prove, sperimentazioni per ottenere autorizzazioni all’immissione in commercio o impiego
  •  Costruzione di prototipi, campioni, dimostrazioni, realizzazione di prodotti pilota, test, convalida di prodotti/processi/servizi
  •  Realizzazione di impianti e attrezzature necessari per attività precedenti

Design

Nelle attività di design rientrano tutte le attività di ideazione e progettazione di prodotti, processi e servizi, includendo l’aspetto esteriore dell’intero prodotto/processo/servizio o di una sola sua parte.

Ideazione e realizzazione di software protetto da Copyright

In queste attività di ricerca e sviluppo possono essere inserite tutte le attività appartenenti alle precedenti categorie volte però alla realizzazione di un software protetto da copyright, oltre che l’effettiva realizzazione dello stesso.

Attività per deposito, ottenimento, mantenimento e protezione del Know-How

Rientrano in questa categoria tutte le attività relative a:

  •  ricerche preventive, test, ricerche di mercato, studi e interventi anche finalizzati all’adozione di sistemi anticontraffazione
  •  deposito, ottenimento, mantenimento dei diritti, rinnovo degli stessi a scadenza, protezione anche in forma associata
  •  gestione dei contenziosi e dei contratti relativi

Quali spese rientrano nella super-deduzione al 110% del Patent Box?

Il Patent Box prevede una super-deduzione del 110% dei costi di ricerca e sviluppo: nel periodo di imposta in cui uno dei beni immateriali che abbiamo elencato in precedenza ottiene un titolo di privativa industriale, la deduzione del 110% può essere applicata alle spese che hanno contribuito alla creazione del bene, sostenute nel periodo d’imposta.

Le spese sostenute a cui può essere applicata la deduzione fiscale del 110% sono:

  • a. : spese per il personale titolare di rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo o altro rapporto diverso dal lavoro subordinato, direttamente impiegato nello svolgimento delle attività rilevanti.
  • b. : quote di ammortamento, quota capitale dei canoni di locazione finanziaria, canoni di locazione operativa e altre spese relative ai beni mobili strumentali e ai beni immateriali utilizzati nello svolgimento delle attività.
  • c. : spese per servizi di consulenza e servizi equivalenti inerenti esclusivamente alle attività.
  • d. : spese per materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nelle attività.
  • e. : spese connesse al mantenimento dei diritti su beni immateriali agevolati, al rinnovo degli stessi a scadenza, alla loro protezione e alle attività di prevenzione della contraffazione e alla gestione dei contenziosi finalizzati a tutelare i diritti medesimi.

Patent Box: esempio pratico

Ecco un esempio di calcolo dell’agevolazione Patent Box, semplificato per convenienza: un’impresa, nell’anno 2021, ha effettuato spese in ricerca e sviluppo per la realizzazione di un software protetto da copyright ammontanti a 10.000 euro.

Tramite il Patent Box può dedurne 21.000 €, di cui 11.000 € in dichiarazione con un risparmio effettivo (IRES e IRAP) pari a 3.070 euro (27,9% x valore in diminuzione del 110%).

Inoltre l’impresa può ottenere il credito d’imposta Ricerca e Sviluppo, pari al 20% delle spese sostenute, quindi pari a 2.000 euro (10% a partire dal 2023)

Se registrasse un brevetto per questo software, per proteggere la proprietà intellettuale, potrebbe ottenere un contributo a fondo perduto dell’80% a copertura delle spese di registrazione del brevetto, tramite il bando Brevetti+.

Patent Box: cosa Credit Team può fare per te

I consulenti Credit Team supportano la tua impresa nell’ottenimento del Patent Box e delle agevolazioni cumulabili, come il credito d’imposta ricerca e sviluppo, il bando Brevetti+ e il bando Disegni+. Come possiamo aiutarti?

  • 1. : Analisi di prefattibilità gratuita: nell’analisi di prefattibilità gratuita un consulente esperto si occuperà di individuare, selezionare e valutare quali tra gli investimenti effettuati dalla tua impresa possono essere oggetto di agevolazione.
    Valutiamo tutte le attività rilevanti per massimizzare il contributo economico e forniamo una valutazione di prefattibilità, per informarti di tutti i possibili contributi.
  • 2. : Attività di determinazione del contributo economico: avviata la collaborazione realizziamo il “Dossier Tecnico” contenente tutta la documentazione idonea riferita al periodo d’imposta, contenente tutta la documentazione redatta, la base di calcolo a cui applicare la deduzione 110% e le informazioni raccolte.
    Procediamo poi alla domanda di agevolazione, presentando tutta la documentazione necessaria e prestando assistenza nel caso di eventuali verifiche degli adempimenti.
  • 3. : Ottenimento dell’agevolazione Patent Box e di agevolazioni complementari: dopo aver ottenuto l’agevolazione Patent Box, ti supporteremo nella ricerca di agevolazioni complementari, massimizzando i contributi ottenibili dalla tua impresa.

Richiedi maggiorni informazioni sul Patent Box

Buono Fiere

Buono Fiere

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri
Disegni+ 2022

Disegni+ 2022

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri
Brevetti+ 2022

Brevetti+ 2022

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Aumento Liquidità, Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri
Marchi+ 2022

Marchi+ 2022

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Aumento Liquidità, Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri

Sei interessato a questo bando?

Contattaci


Scroll