Skip to main content

Credit Team: Società Recupero Crediti

CREDIT TEAM
società recupero crediti

Con sede a Brescia, Bergamo e Milano, operiamo su tutto il territorio italiano e all'estero.

Il nostro obiettivo è attuare un recupero crediti tempestivo ed etico che permetta al creditore di aumentare la liquidità aziendale e abbattere gli oneri finanziari.

Il tema del recupero crediti viene spesso male inteso e accostato a metodi violenti ed illegali, cosa quanto più lontana dal recupero crediti attuato da Credit Team, dove la collaborazione con il/la mandante e il dialogo con il debitore sono due aspetti basilari del recupero crediti stragiudiziale.

Parla con l'esperto

CREDIT TEAM: LE STORIE DI SUCCESSO

7
ANNI DI ESPERIENZA

750
CLIENTI SODDISFATTI

63.838
PRATICHE LAVORATE

26 MILIONI
IMPORTI RECUPERATI

Cosa possiamo fare per te?

Come si svolge il servizio recupero crediti di Credit Team?

1

Analisi delle posizioni debitorie

E verifica della solvibilità dell’impresa morosa. Trattasi di una fase molto importante in quanto anticipa ed imbastisce l’intera attività di recupero crediti che in CREDIT TEAM non è mai standardizzata ma sempre personalizzata in base alla pratica da trattare;

2

Invio della lettera di sollecito

Invio della lettera di sollecito e successivo contatto con il debitore al fine di verificare la motivazione del mancato pagamento e trovare una strategia di recupero crediti stragiudiziale da intraprendere per rendere efficace la trattativa bonaria e risolverla nel più breve tempo possibile;

3

Visita esattoriale in loco

In caso di irreperibilità o di mancata collaborazione telefonica del debitore, il recupero crediti di CREDIT TEAM prevede la visita esattoriale in loco per un tentativo di recupero del credito esigibile e la verifica dello stato dei luoghi e dell’operatività del debitore;

4

Incasso totale

Oppure, quando l’attività di recupero risulta impossibile a causa di diversi fattori che ne inibiscono l’efficacia (si pensi ad esempio al fallimento) la società recupero crediti CREDIT TEAM rilasceremo un certificato di non-recuperabilità con un riepilogo di tutte le attività svolte per la riscossione del debito e i motivi per i quali il medesimo è considerato irrecuperabile. Tale lettera di messa a perdita permette la deducibilità fiscale del credito non escusso.

I tuoi clienti tardano nei pagamenti?

Hai crediti da recuperare?



Credit Team può aiutarti!


Per recuperare i tuoi crediti in modo etico senza compromettere il rapporto commerciale con i tuoi clienti






contattaci!

LE CAUSE DEGLI INSOLUTI
COME INTERVIENE CREDIT TEAM?

CREDIT TEAM, oltre ad operare un recupero crediti stragiudiziale incisivo ed efficiente, si pone lo scopo di educare il creditore mediante una attenta gestione del credito che eviti (o riduca al minimo) il rischio di insoluti.

Una causa degli insoluti è molto spesso il ritardo con cui viene dato mandato ad operare alla società recupero crediti, nella speranza che il proprio ufficio amministrativo sia in grado di incassare da sé oppure confidando che la promessa di pagamento del debitore si appresti a divenire presto una solida realtà.

Tuttavia vale la pena sapere fin da subito che quanto più un credito è anziano e più complesso sarà il recupero crediti per una serie di variabili che possono incorrere proprio a causa del tempo sprecato inutilmente ad attendere promesse di pagamento che non si concretizzeranno mai (procedure concorsuali, cessazioni di attività, fallimenti, mancanza di disponibilità finanziarie per il soddisfacimento di altri creditori che si sono attivati per tempo).

Società recupero crediti: la normativa di riferimento

Credit Team è una società recupero crediti registrata in questura

Come specificato all’inizio, le società recupero crediti devono essere denunciate in Questura.

Infatti in base all’art. 115 TULPS (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) “Le attività di recupero crediti stragiudiziale per conto di terzi sono soggette alla licenza del questore. […] la licenza del questore abilita allo svolgimento delle attività di recupero crediti senza limiti territoriali, osservate le prescrizioni di legge o di regolamento e quelle disposte dall'autorità. […] l'onere di affissione può essere assolto mediante l'esibizione o comunicazione al committente della licenza e delle relative prescrizioni, con la compiuta indicazione delle operazioni consentite e delle relative tariffe. Il titolare della licenza è, comunque, tenuto a comunicare preventivamente all'ufficio competente al rilascio della stessa l'elenco dei propri agenti, indicandone il rispettivo ambito territoriale, ed a tenere a disposizione degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza il registro delle operazioni. I suoi agenti sono tenuti ad esibire copia della licenza ad ogni richiesta degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza ed a fornire alle persone con cui trattano compiuta informazione della propria qualità e dell'agenzia per la quale operano”.

Ne consegue che per esercitare attività di recupero crediti è necessario prima munirsi di una licenza della Questura della provincia territorialmente componente la quale, oltre a ricevere un elenco degli operatori ed agenti che svolgeranno attività di recupero crediti, avrà bisogno di esaminare ed ispezionare i locali adibiti all’esercizio dell’attività di recupero crediti e visionare il registro degli affari, ossia un file in formato XML, PDF, HTML, TXT, TIFF in cui si riportano:

  •  il numero di registro
  •  il codice pratica;
  •  la data di affido della pratica singola o del lotto di pratiche di recupero crediti;
  •  i dati del cliente firmatario con il numero del suo documento di identità;
  •  le condizioni pattuite (fisso e commissioni sul recuperato);
  •  i dati del debitore (nome e cognome in caso di privato, denominazione se impresa, CF e P.IVA rispettivi);
  •  l’esito dell’attività di recupero crediti stragiudiziale (positivo o negativo);
  •  indicazione, in caso di chiusura positiva, dell’importo recuperato specificando la ripartizione tra capitale ed eventuali interessi e spese di procedura;
  •  la data di ricezione del pagamento con l’indicazione del tipo di pagamento (bollettino postale, bonifico, assegno o cambiale).

PRIVACY E RECUPERO CREDITO

Un altro aspetto molto importante che coinvolge le società recupero crediti è il rispetto della normativa sulla privacy, sulla protezione dei dati personali e la tutela della dignità della persona del debitore.

Così, nel rispetto della normativa sulla privacy, è vietato comunicare “ingiustificatamente” a terzi (familiari, colleghi di lavoro, vicini di casa) informazioni relative allo stato della pratica allo scopo di esercitare sul soggetto obbligato “indebite pressioni”. In nessun caso è possibile confrontarsi con dei minori.

Secondo quanto stabilito dallo stesso Garante Privacy, è illecito ogni contatto realizzato tramite:

  •  comunicazioni telefoniche di sollecito preregistrate, poste in essere senza intervento di un operatore, perché con questa modalità persone diverse dal debitore possono venire a conoscenza di una sua eventuale condizione di inadempienza;
  •  affissioni di avvisi di mora (o, comunque, di sollecitazioni di pagamento) sulla porta dell’abitazione del debitore, potendo tali dati personali essere conosciuti da una serie indeterminata di soggetti nell’intervallo di tempo (talora prolungato) in cui l’avviso risulta visibile;
  •  cartoline postali o plichi recanti all’esterno la scritta “recupero crediti” (o locuzioni simili dalle quali si possa desumere l’informazione relativa al presunto stato di inadempimento del destinatario della comunicazione).

Più nel dettaglio:

  •  i contatti telefonici devono essere condotti con buona educazione e nel rispetto della persona del debitore al fine di comprendere le cause dell’insolvenza e prospettare possibili soluzioni; non devono essere reiterati in maniera petulante ed aggressiva (nell’arco della medesima giornata può svolgersi al massimo un colloquio effettivo col debitore, mentre nell’arco della medesima settimana possono svolgersi al massimo tre colloqui effettivi col debitore); gli operatori del recupero crediti non possono rivolgersi al debitore utilizzando titoli offensivi o toni minacciosi atti a generare indebita pressione, né prospettare conseguenze irreali o inapplicabili (es. distacchi di utenze non previsti dal contratto; iscrizione di ipoteche su crediti irrisori, conseguenze penali per l’inadempimento, etc.). Non possono essere effettuati contatti durante le festività nazionali ed in orari diversi dai seguenti 8.30-21.00 dal lunedì al venerdì (8.30-15.00 il sabato).
  •  Le richieste di pagamento effettuate tramite posta ordinaria, elettronica o raccomandata, devono fornire la causale e il dettaglio delle somme richieste, specificandone il dettaglio del capitale, interessi e spese di procedura; devono essere indicate obbligatoriamente le modalità di pagamento e le conseguenze dell’eventuale protrarsi dello stato d’inadempimento. In base alla legge, i solleciti di pagamento devono prevedere termini “congrui” (che secondo i Codici di autoregolamentazione non devono essere inferiori a 10 giorni); infine devono contenere una clausola di cortesia del seguente tenore: “Nell’ipotesi in cui aveste già effettuato il pagamento Vi invitiamo a contattare i nostri uffici ed a inviare copia delle ricevute di pagamento via fax o a mezzo mail”.
  •  Le visite domiciliari come per le telefonate devono rispondere a principi di buona educazione ed essere rispettose della dignità del debitore; le comunicazioni recapitate al domicilio devono indicare i riferimenti dell’incaricato e della società per la quale opera, il soggetto creditore ed il motivo della visita, nonché un recapito telefonico da contattare per eventuali richieste di chiarimenti e/o informazioni; le visite al domicilio non possono essere effettuate durante le festività nazionali ed in orari diversi dai seguenti 8.30-21.00 dal lunedì al venerdì (8.30-15.00 il sabato) né è consentito effettuare visite sul posto di lavoro del consumatore senza previo accordo.

In attuazione dei principi di protezione dei dati personali dopo 6 mesi dalla chiusura dell’incarico di recupero crediti i dati raccolti sul debitore devono essere cancellati.

In CREDIT TEAM gli specialisti del credito ed i funzionari esattoriali operano nel rispetto di uno specifico codice etico che permette di salvaguardare anche l’immagine della mandante nel rapporto con i fornitori insolventi.

LA NORMATIVA SUL RECUPERO CREDITI

La normativa in tema di recupero crediti impone che si possa agire nei confronti del debitore solo se il credito insoluto è CERTO (quando il creditore è in possesso di tutti gli elementi per dimostrare l'esistenza del suo diritto come per esempio un contratto, una fattura o un documento di consegna della merce), LIQUIDO (precisamente determinato nel suo ammontare e non determinato in modo generico. Per tale motivo è necessario ottenere dal creditore anche l’estratto conto aggiornato) ed ESIGIBILE (quando può essere fatto valere in giudizio per ottenere una sentenza di condanna). Il credito inoltre non dev’essere prescritto, pertanto sarà necessario scoprire se nelle more in cui viene contattata la società di recupero crediti sono già stati inviati dal creditore dei solleciti interruttivi della prescrizione. Una volta esaminati i documenti forniti dal creditore si passerà a effettuare ricerche commerciali relative all’impresa debitrice, per visionare bilanci e scoprire eventuali segnalazioni per ritardati o mancati pagamenti o protesti o procedure in corso in modo da elaborare la migliore strategia di recupero crediti stragiudiziale.

Richiedi la tua pratica gratuita

I tuoi clienti non ti pagano? Affidati a dei professionisti del Recupero Crediti!

Compila il form e ricevi 1 pratica Recupero Crediti gratuita per provare il nostro servizio professionale.

Paghi solo una percentuale sull'effetivo recuperato: se non va a buon fine non ci spetta nessun compenso!

Richiedi la tua pratica

Scroll