Skip to main content

ISMEA. Bando Più Impresa - Imprenditoria giovanile in agricoltura. Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato a favore dell'autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale.

Entità Contributo Finanziamento agevolato (60% delle spese ammissibili) - Contributo a fondo perduto (35% delle spese ammissibili)
Tipo di Agevolazione
Contributo a fondo perduto
Finanziamento agevolato
Dimensione Impresa
Micro Impresa
Piccola Impresa

ISMEA. Bando Più Impresa - Imprenditoria giovanile in agricoltura. Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato a favore dell'autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale.

Nuovo bando a sostegno dell’imprenditoria giovanile in agricoltura.

Il bando è finalizzato a favorire il ricambio generazionale in agricoltura ed ampliare aziende agricole esistenti condotte da giovani. Le imprese ammesse sono le seguenti:

Micro imprese e PMI agricole, composte da giovani con età compresa tra 18 e 41 anni non compiuti.

Quali sono i requisiti?

I requisiti per poter beneficiare di questa agevolazione sono i seguenti:

  •  subentro: imprese agricole costituite da non più di 6 mesi con sede operativa sul territorio nazionale, con azienda cedente attiva da almeno due anni, economicamente e finanziariamente sana; la maggioranza numerica dei soci e delle quote di partecipazione in capo ai giovani;
  •  ampliamento: imprese agricole attive da almeno due anni, con sede operativa sul territorio nazionale, economicamente e finanziariamente sane.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che presentino progetti per lo sviluppo o il consolidamento di iniziative nei settori della produzione e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

L’incentivo prevede:

  •  mutuo agevolato a tasso zero (importo non superiore al 60% delle spese ammissibili, della durata minima di 5 anni e massima di 15),
  •  contributo a fondo perduto nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia (importo non superiore al 35% delle spese ammissibili).

Per le attività di agriturismo e le altre attività di diversificazione del reddito agricolo saranno concesse agevolazioni in regime de minimis nel limite massimo di euro 200.000. Gli investimenti possono raggiungere il massimo di euro 1.500.000 Iva esclusa.

Gli investimenti devono essere realizzati sui terreni indicati nel progetto e perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  •  miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell’azienda agricola, in particolare mediante una riduzione dei costi di produzione o miglioramento e riconversione della produzione;
  •  miglioramento dell’ambiente naturale, delle condizioni di igiene o del benessere degli animali, purché non si tratti di investimento realizzato per conformarsi alle norme dell’Unione Europea;
  •  realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento ed alla modernizzazione dell’agricoltura.

Sono ammissibili alle agevolazioni le seguenti spese:

  • a) studio di fattibilità, comprensivo dell’analisi di mercato;
  • b) opere agronomiche e di miglioramento fondiario;
  • c) opere edilizie per la costruzione o il miglioramento di beni immobili;
  • d) oneri per il rilascio della concessione edilizia;
  • e) allacciamenti, impianti, macchinari e attrezzature;
  • f) servizi di progettazione;
  • g) beni pluriennali;
  • h) acquisto terreni.

Gli investimenti possono raggiungere il massimo di euro 1.500.000 Iva esclusa.

La beneficiaria deve apportare proprie risorse finanziarie, pari almeno al 25% delle spese di investimento ammissibili, ovvero al 5% per gli investimenti per i quali è concesso anche un contributo a fondo perduto, e comunque fino a concorrenza degli importi necessari alla copertura del fabbisogno finanziario generato dal piano di investimenti, aumentato dell’IVA connessa agli acquisti oggetto dell’investimento.

L'impresa beneficiaria deve fornire garanzie di valore pari al 100% del mutuo agevolato concesso, anche acquisibili nell'ambito degli investimenti da realizzare, per una durata almeno pari a quella del mutuo agevolato concesso dall'ISMEA. Sono ammissibili:

  •  garanzie ipotecarie di primo grado su beni oggetto di agevolazioni, oppure su altri beni della beneficiaria o di terzi;
  •  in alternativa o in aggiunta all'ipoteca, fideiussione bancaria o assicurativa a prima richiesta.

Contributi regionali a favore di imprese e liberi professionisti a sostegno di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione.

Veneto: contributi per l'innovazione delle imprese

Localizzazione:   Veneto

Categoria: Innovazione e Industria 4.0

Scopri
Contributi alle PMI per la realizzazione di nuove infrastrutture per la ricarica elettrica di veicoli sul territorio lombardo.

Contributi per la realizzazione di nuove infrastrutture per la ricarica elettrica

Localizzazione:   Lombardia

Categoria: Economia Circolare

Scopri
Bando per la patrimonializzazione delle piccole medie imprese lombarde e la ripresa economica.

Patrimonializzazione Lombardia

Localizzazione:   Lombardia

Categoria: Aumento Liquidità

Scopri
BRESCIA – NUOVA OPPORTUNITA’ A SOSTEGNO DELLA SOSTENIBILITA’

BANDO SOSTENIBILITA’ (2107)

Localizzazione:   Lombardia

Categoria: Economia Circolare

Scopri

Sei interessato a questo bando?

Contattaci


Scroll