Skip to main content
iperammortamento - finanza agevolata - incentivi alle imprese

IPERAMMORTAMENTO 2019

A cosa serve?


Lo strumento dell' IPERAMMORTAMENTO è volto a supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi previsti dal Piano Impresa 4.0.


Chi può usufruire dell'agevolazione?


Possono beneficiare dell’agevolazione tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

In particolar modo l’iperammortamento è mirata ad imprese che operano nel settore industriale e che mira ad incentivare investimenti in INDUSTRIA 4.0 con l’aggiunta di tecnologie per l’agricoltura di precisione e per l’abbattimento di consumi energetici.


Quali sono i vantaggi dell'agevolazione?


IPERAMMORTAMENTO è un’agevolazione fiscale che consiste nella supervalutazione degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing.

La percentuale di maggiorazione del costo dei beni ad alto contenuto digitale sarà:

                                                  
MISURA INVESTIMENTI
170%fino a 2,5 milioni di € 
100%  compresi tra 2,5 e 10 milioni di €
50%  compresi tra 10 e 20 milioni di €
0%  sulla parte di investimento eccedente il limite di 20 milioni di €

La percentuale di maggiorazione del costo dei beni ad alto contenuto digitale sarà:

  • Nuova Sabatini;
  • Credito D'Imposta per attività di Ricerca e Sviluppo;
  • Patent Box;
  • Incentivi agli investimenti in start Up e PMI Innovative;
  • Fondo Centrale di garanzia;
  • Bando AL VIA Regione Lombardia.


Come si accede?


Si può accede all’agevolazione in maniera automatica in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione.

La misura viene applicata anche agli investimenti effettuati nel corso del 2018, con la possibilità di completare l’investimento entro il 31 dicembre 2019 se entro il 31 dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Per gli investimenti superiori a 500.000 € per singolo bene è necessaria una perizia tecnica giurata da parte di un perito o ingegnere iscritti nei rispettivi albi professionali attestante che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui all’allegato A o all’allegato B della legge di Bilancio 2017.

I beni devono anche soddisfare il requisito dell'interconnessione, così definita:

INTERCONNESSIONE con sistemi interni (es.: sistema gestionale, sistemi di pianificazione, sistemi di progettazione e sviluppo del prodotto, monitoraggio, anche in remoto, e controllo, altre macchine dello stabilimento, ecc.) e/o esterni (es.: clienti, fornitori, partner nella progettazione e sviluppo collaborativo, altri siti di produzione, supply chain, ecc.) mediante l'utilizzo di protocolli internazionalmente riconosciuti (esempi: TCP-IP, HTTP, MQTT, ecc.).



Hai degli investimenti da fare?

Contattaci
Scroll