Skip to main content

FONDO GRANDI IMPRESE

Entità Contributo prestiti a tasso agevolato corrisponde allo 0,10% per il primo anno, 0,55% il secondo anno e e 1,55% per il quarto e quinto anno
Tipo di Agevolazione
Finanziamento agevolato
Dimensione Impresa
Grande Impresa

FONDO GRANDI IMPRESE - Credit Team

Al fine di sostenere o permettere la continuità dell’attività delle imprese che si trovano in momentanea difficoltà per motivi connessi all’emergenza epidemiologica da COVID-19 il Ministero dello Sviluppo economico ha istituito il Fondo Sostegno Grandi imprese erogando per il 2021 la cifra di 400 milioni di euro.

Il fondo si rivolge in particolare alle Grandi Imprese e alle imprese in amministrazione straordinaria purché queste operino sul territorio nazionale e non si occupino del settore bancario, finanziario e assicurativo.

Queste aziende inoltre:

  •  Si ritrovano in una situazione di momentanea difficoltà a causa dell’emergenza COVID-19 che ha causato flussi di cassa insufficienti per fare fronte regolarmente alle obbligazioni pianificate. Ovvero l’impresa deve rientrare nella definizione di difficoltà descritta dall’ articolo 2, punto 18, del regolamento (UE) n. 651/2014).
  •  Devono presentare una prospettiva di ripresa dell’attività
  •  Sono iscritte al Registro delle imprese
  •  Non sono sottoposte a procedure liquidatorie

IL CONTRIBUTO

Per avere accesso al fondo sarà poi necessario presentare un piano aziendale realistico e credibile.

Il fondo finanzia investimenti, costo del lavoro e del capitale d’esercizio e opera mediante la concessione di presiti quinquennali a tasso agevolato, non prevede inoltre alcuna valutazione del merito creditizio.

12 mesi dopo la prima o unica erogazione avverrà il rimborso, strutturato mediante un piano di ammortamento a rate costanti semestrali posticipate in data 31 maggio e 30 novembre di ogni anno.

Il tasso agevolato corrisponde allo 0,10% per il primo anno, 0,55% il secondo anno e e 1,55% per il quarto e quinto anno.

Il massimale dell’importo del finanziamento è pari a 30 milioni di euro. In caso di aziende facenti parte di un gruppo il limite riguarda la totalità del gruppo. L’importo tuttavia può essere incrementato, fermi restando i limiti di seguito specificati, nel caso in cui al sostegno partecipino anche la Regione interessata o altre Amministrazioni o Enti con risorse proprie.

L'ammontare massimo del prestito non deve superare, alternativamente:

  •  il 25% del fatturato del 2019
  •  il doppio della spesa salariale del 2019 o dell'ultimo esercizio disponibile

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Si possono presentare le domande a partire dalle ore 12:00 del 20 settembre 2021 e fino alle ore 11:59 del 2 novembre 2021, attraverso la procedura informatica accessibile dal sito di Invitalia.

Il Fondo prevede una procedura a sportello, dunque privo di graduatorie.

Le domande verranno valutate in base all’ordine di arrivo fino all’esaurirsi dei fondi.

L’ammissione deve avvenire entro il 31 dicembre 2021, a meno che non ci sia un prolungamento degli aiuti COVID-19.

Il percorso di valutazione avviene nella seguente modalità:

  • 1. La società presenta la richiesta di finanziamento a Invitalia, inserendo tutta la documentazione necessaria tramite la procedura informatica apposita
  • 2. Invitalia, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, verifica l’ammissibilità e chiede, in caso di necessità eventuali integrazioni (da fornire entro 10 giorni)
  • 3. in caso la valutazione dia esito positivo, Invitalia adotta la delibera di ammissione e richiede i documenti necessari per la stipula del contratto di finanziamento, a cui segue l’erogazione del prestito.

La società è poi tenuta a fornirsi di un conto corrente esclusivamente utilizzato per il Fondo.

PIANO DI RILANCIO

Il piano di rilancio deve contenere informazioni dettagliate riguardo a:

  •  la compagine societaria dell’impresa richiedente, facendo riferimento alle capacità imprenditoriali;
  •  la situazione di momentanea difficoltà
  •  Le azioni atte a ridurre l’impatto occupazionale connesso alla situazione di difficoltà
  •  I tempi previsti per le azioni indicate e i relativi fabbisogni
  •  Eventuali azioni finalizzate a una ristrutturazione aziendale

Il piano aziendale va redatto, certificato e infine firmato digitalmente da professionisti con i requisiti previsti per l’iscrizione all’Albo, di cui all’articolo 356 e seguenti del decreto legislativo numero 14 del 12 gennaio 2019 e non collegati alla società incaricata della revisione legale obbligatoria o facoltativa del bilancio societario.

La società è inoltre tenuta a fornire un rendiconto periodico annuale per attestare il rispetto delle condizioni del finanziamento e il mantenimento degli impegni assunti fino al rimborso totale del finanziamento.

Sei una Grande Impresa?

Stai attraversa un “brutto periodo” a causa del covid?

Contattaci per maggiori informazioni!

SACE SIMEST: Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali e Sviluppo E-commerce

SIMEST Estero e E-commerce

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri
NUOVO STRUMENTO SIMEST: Transizione digitale ed ecologica con vocazione internazionale

Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: Economia Circolare, Mercati Esteri, Fiere e E-Commerce

Scopri
FONDO GRANDI IMPRESE

FONDO GRANDI IMPRESE

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: COVID-19

Scopri
DISEGNI+ 2021

DISEGNI+ 2021

Localizzazione:  Tutta Italia

Categoria: 

Scopri

Sei interessato a questo bando?

Contattaci


Scroll