Skip to main content

Misura “Digital Business”: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l’innovazione delle imprese

Entità Contributo contributo a fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili
Tipo di Agevolazione
Contributo a fondo perduto
Dimensione Impresa
Media Impresa
Micro Impresa
Piccola Impresa

Misura “Digital Business”: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l’innovazione delle imprese- Approvazione dei criteri attuativi

Misura “Digital business”: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l’innovazione delle imprese. Regione Lombardia, a fronte dell’emergenza COVID- 19 e in merito all’Accordo per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo tra regione e sistema camerale (dicembre 2020), ha attuato un nuovo D.g.r. (26 aprile 2021) - Misura “Digital Business”: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l’innovazione delle imprese.

Questa misura si divide in due linee guida.

LINEA 1 - VOUCHER DIGITALI 4.0 LOMBARDIA 2021

Regione Lombardia e le Camere di Commercio della Lombardia, nell’ambito delle attività previste del Piano Transizione 4.0 intendono:

  •  Sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e soggetti altamente qualificati delle tecnologie 4.0, in una logica di condivisione delle tecnologie e di realizzazione di progetti business 4.0 in grado promuovere l’utilizzo di soluzioni focalizzate sulle nuove competenze e tecnologie;
  •  Favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continua operatività delle imprese durante l’emergenza COVID- 19 e alla ripartenza nella fase post- emergenziale;
  •  Incentivare modelli di sviluppo green driven orientati alla qualità e alla sostenibilità tramite prodotti/ servizi con mino impatto ambientale e sociale.

La dotazione finanziaria complessiva destinata alla presente misura ammonta a € 7.188.000,00

Le aziende che possono accedere a questa agevolazione sono le MPMI aventi sede operativa in Lombardia, almeno al momento dell’erogazione del contributo. Ogni impresa può presentare al massimo una domanda.

Entità dell’agevolazione:

Tipologia intervento Intervento Minimo Intensità Contributo massimo
Micro € 4.000,00 70% € 5.000,00
Piccolo - Medio € 10.000,00 50% € 15.000,00

Le Microimprese possono accedere all’intervento “Micro” oppure all’intervento “piccolo-medio” mentre le Piccole e medie imprese possono richiedere solo l’intervento “Piccolo-medio”.

Spese ammissibili

Sono ammissibili progetti di adozione e introduzione in azienda di tecnologie digitali 4.0, intesi come soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 con l’obbiettivo di rispondere ai bisogni di innovazione delle MPMI lombarde tramite la digitalizzazione.

I progetti ammissibili al bando, dovranno riguardare almeno una delle tecnologie di innovazione digitale 4.0 dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie ricomprese nell’elenco 1 o 2.

Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi:

  •  robotica avanzata e collaborativa;
  •  manifattura additiva e stampa 3D;
  •  prototipazione rapida;
  •  sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (RA);
  •  interfaccia uomo-macchina;
  •  simulazione e sistemi cyber-fisici;
  •  integrazione verticale e orizzontale;
  •  Internet delle cose (IoT) e delle macchine;
  •  Cloud, fog e quantum computing;
  •  cybersicurezza e business continuity;
  •  big data e analisi dei dati;
  •  soluzioni di filiera per l’ottimizzazione della supply chain e della value chain;
  •  soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria Covid-19;
  •  soluzioni per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività aziendali e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, CRM, ERP, ecc);
  •  sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  •  intelligenza artificiale;
  •  blockchain.

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  •  sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fintech;
  •  sistemi EDI, electronic data interchange;
  •  geolocalizzazione;
  •  tecnologie per l’in-store customer experience;
  •  system integration applicata all’automazione dei processi;
  •  connettività a Banda Ultralarga.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • a) Consulenza erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati dei servizi indicati al successivo punto “Fornitori qualificati”;
  • b) Formazione erogata direttamente da uno o più fornitori qualificati o tramite soggetto individuato dal fornitore qualificato, riguardante una o più tecnologie tra quelle previste al punto “Interventi ammissibili”;
  • c) Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto (senza vincoli relativi alla natura del fornitore).

I progetti devono essere realizzati e rendicontati entro il 31 dicembre 2021 con spese sostenute e quietanze entro tale data.
Sarà possibile presentare le domande di contributo dal 17 maggio 2021.

LINEA 2 - LINEA E-COMMERCE

In un contesto emergenziale in cui i canali digitali si stanno definitivamente affermando come principale strumento per garantire la continuità e la ripresa delle vendite, la seconda misura del BANDO DIGITAL BUSINESS è finalizzata al sostegno delle MPMI che intendano sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati.

Come per la Linea 1 del bando Digital Business, possono accedere al bando le MPMI aventi sede operativa in Lombardia, almeno al momento dell’erogazione del contributo.

La dotazione finanziaria complessiva destinata alla presente misura ammonta a € 4.525.000,00.

Entità dell’agevolazione:

Tipologia intervento Intervento Minimo Intensità Contributo massimo
Micro € 4.000,00 70% € 5.000,00
Piccolo - Medio € 10.000,00 50% € 15.000,00

Le Microimprese possono accedere all’intervento “Micro” oppure all’intervento “piccolo-medio” mentre le Piccole e medie imprese possono richiedere solo l’intervento “Piccolo-medio”.

Al momento della presentazione della domanda, le imprese interessate dovranno avere già individuato il portafoglio prodotti da proporre sul canale di vendita online, i mercati di destinazione, domestico e/o internazionale, e uno o più canali specializzati di vendita online, selezionati in coerenza con gli obiettivi di prodotto e del mercato di destinazione.

Spese ammissibili

Le aziende potranno presentare progetti relativi all’apertura e/o al consolidamento di un canale commerciale per la vendita dei propri prodotti tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online:

  •  forniti da terze parti, a condizione che la transazione commerciale avvenga tra l’azienda e l’acquirente finale;
  •  realizzati all’interno del portale aziendale. In tal caso sarà obbligatorio tradurre il sito in almeno una lingua straniera.

I progetti dovranno perseguire una o più delle seguenti finalità:

  •  abilitare la modalità di vendita online oltre al negozio fisico, tramite lo sviluppo di canali; sviluppo di app e mobile; siti informativi/e commerce e app/mobile site; utilizzo di strumenti digitali innovativi come la predisposizione dello showroom digitale tramite realtà aumentata oppure la predisposizione di canali sia online che offline all’interno di una stessa esperienza di acquisto;
  •  utilizzo di un approccio omnicanale per offrire un’esperienza integrata al cliente finale, usando canali di vendita complementari tra loro;
  •  lo sviluppo di nuove soluzioni logistiche oppure la predisposizione di una rete di logistica integrata alla gestione del magazzino tramite soluzioni per incrementare le performance di magazzino;
  •  adeguamento tecnologico dell’esperienza di vendita per gli Smartphone, dispositivi da cui viene ormai effettuata la maggioranza degli acquisti online;
  •  l’utilizzo del canale social e-commerce, ovvero prevedere la possibilità di acquisto direttamente sui Social Media.

Sono ammesse al contributo le seguenti voci di spesa:

  • a) accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti (tariffe di registrazione ed eventuali commissioni sulle transazioni effettivamente realizzate, sostenute durante il periodo di validità del progetto);
  • b) consulenza per la verifica e analisi del posizionamento online, studio di mercato e valutazione dei competitor;
  • c) analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
  • d) realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati di destinazione, domestico e/o internazionale, e ai siti di vendita online prescelti (p.e.: predisposizione delle schede prodotto nonché di tutorial, gallery fotografiche, webinar, per la presentazione degli articoli e relative traduzioni in lingua);
  • e) organizzazione di interventi specifici di formazione del personale (fino a un limite massimo del 20% della somma delle restanti voci di spesa ad esclusione delle voci h) e q));
  • f) acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment;
  • g) progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali marketplace forniti da soggetti terzi e la traduzione del sito in almeno una lingua straniera;
  • h) acquisto di macchinari, attrezzature e hardware necessari alla realizzazione del progetto e finalizzati agli investimenti ammissibili (fino a un limite massimo del 15% della somma delle restanti voci di spesa ad esclusione delle voci e) e q));
  • i) acquisto di software, licenze software e spese per canoni e utenze relativi a servizi finalizzati agli investimenti ammissibili;
  • j) progettazione, sviluppo e/o manutenzione di showroom digitali (showroom virtuali o virtual store) che si possono integrare con piattaforme e-commerce e che migliorano le performance di vendita e di customer care attraverso l’utilizzo di tecnologie immersive quali, ad esempio: VR 360, realtà aumentata, visualizzatori di prodotti 360;
  • k) progettazione, sviluppo e/o manutenzione di piattaforme di AR Business commerce, ad esempio simulatori 3D olografici che permettano di visualizzare gli ambienti, servizi, lavorazioni e prodotti;
  • l) predisposizione alla creazione di offerte digitali personalizzate sul cliente tramite Intelligenza Artificiale e Machine Learning;
  • m) sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati selezionati (SEO), domestico e/o internazionale;
  • n) automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web (API – Application Programming Interface);
  • o) raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM,
  • p) protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati di destinazione prescelti;
  • q) campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali domestico e/o internazionale (fino a un limite massimo del 20% della somma delle restanti voci di spesa ad esclusione delle voci e) e h)).

Le spese sono ammissibili a partire dalla data di approvazione del presente provvedimento. Fa fede la data del relativo giustificativo di spesa.

I progetti devono essere realizzati e rendicontati entro il 31 dicembre 2021 con spese sostenute e quietanze entro tale data.

Sarà possibile presentare le domande di contributo dal 19 maggio 2021.

ISMEA. Bando Più Impresa - Imprenditoria giovanile in agricoltura. Finanziamento a fondo perduto e a tasso agevolato a favore dell'autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale.

ISMEA. Bando Più Impresa

Localizzazione:   Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia

Categoria: Agricoltura

Scopri
REGIONE VENETO-PSR 2014/2020. Intervento 2.1.1. Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per l'uso da parte delle aziende agricole dei servizi di consulenza.

REGIONE VENETO-PSR 2014/2020 - Intervento 2.1.1

Localizzazione:   Veneto

Categoria: Agricoltura

Scopri
BANDO PER CONTRIBUTI ALLE MICRO E PICCOLE IMPRESE BRESCIANE PER LA SICUREZZA E L'AMBIENTE (AGEF 2108)

AGEF 2108

Localizzazione:   Lombardia

Categoria: Economia Circolare

Scopri
Misura “Digital Business”: interventi per la digitalizzazione, il commercio elettronico e l’innovazione delle imprese

Digital Business

Localizzazione:   Lombardia

Categoria: COVID-19

Scopri

Sei interessato a questo bando?

Contattaci


Scroll