Skip to main content
Contributi a fondo perduto per la ristrutturazione degli Alberghi in Lombardia: POR FESR Lomb. 2014-2020 Asse III Azione III.3.B.2.3

Contributi a fondo perduto per la ristrutturazione degli Alberghi in Lombardia: POR FESR Lomb. 2014-2020 Asse III Azione III.3.B.2.3

In questo periodo di isolamento forzato, dettato da esigenze di contenimento del contagio del coronavirus, moltissime attività sono chiuse, altre come Credit Team – agenzia di recupero crediti e di finanza agevolata a Brescia, Bergamo e Milano – lavorano in modalità smart working, altre ancora invece continuano ad assicurare la loro presenza con personale ridotto.

Ecco allora che passiamo la nostra quarantena a lavorare da casa, a fare esperimenti in cucina, a seguire dirette su Instagram, a consumare serie TV, a pulire ossessivamente il nostro nido, o ad annullare vacanze che avevamo preventivato in questo periodo: si perché tra i settori che più stanno soffrendo la crisi cagionata dal coronavirus ci sono indubbiamente quello turistico ed alberghiero.

Io che amo particolarmente viaggiare, non vedo l’ora che questa emergenza diventi solo un ricordo passato, per mettermi alla ricerca dell’albergo, chissà magari proprio in un angolo ancora sconosciuto della Lombardia, in cui trascorrere qualche giorno di relax.

Un valido sostegno a supporto delle strutture alberghiere lombarde arriva anche dalla finanza agevolata.

La Giunta di Regione Lombardia con delibera n. 2786 del 31 gennaio 2020 ha approvato i criteri generali dell'iniziativa "Turismo e Attrattività" per il sostegno della competitività delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all'aria aperta.

In questo modo la Regione si propone di sostenere progetti di investimento riguardanti interventi di ristrutturazione di strutture ricettive lombarde, incentivandone un miglioramento dei servizi offerti al fine di aumentare l’attrattività turistica del territorio lombardo.

Le risorse stanziate sono pari a 17.000.000€.



QUALI SONO I PROGETTI AMMISSIBILI PER IL BONUS ALBERGHI 2020?

I progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia devono riguardare i seguenti macrotemi:

  •  Enogastronomia & food experience;
  •  Natura & green;
  •  Sport & turismo attivo;
  •  Terme & benessere;
  •  Fashion e design;
  •  Business congressi & incentive



PROGETTI ESCLUSI DAL BONUS ALBERGHI 2020

Non sono invece finanziabili eventi sportivi, culturali, turistici, promozionali, d’intrattenimento o iniziative di marketing territoriale.



SPESE AMMISSIBILI PER OTTENERE IL BONUS ALBERGHI 2020

Sono ammissibili le seguenti spese:

  •  a) Arredi, macchinari e attrezzature;
  •  b) opere edili-murarie e impiantistiche;
  •  c) progettazione e direzione lavori per un massimo del 8% delle spese ammissibili di cui alla lettera b);
  •  d) spese generali forfettarie per un valore del 7% delle spese ammissibili di cui alle lettere a), b) e c).

L’avvio dei progetti di ristrutturazione degli alberghi lombardi e i relativi giustificativi di spesa e di pagamento devono essere successivi alla data di presentazione della domanda.



CHI PUO’ PRESENTARE DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO?

Possono accedere al contributo a fondo perduto del bonus alberghi 2020 le PMI lombarde, incluse le ditte individuali, che esercitano attività:

  •  RICETTIVA ALBERGHIERA: alberghi o hotel, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi e condhotel;
  •  RICETTIVA NON ALBERGHIERA ALL’ARIA APERTA: villaggi turistici, campeggi e aree di sosta.

I progetti di ristrutturazione degli alberghi lombardi devono essere realizzati sul territorio della Lombardia presso una sede operartiva attiva al momento della presentazione della domanda oppure da attivare entro e non oltre la prima richiesta di erogazione dell’agevolazione.

I soggetti devono dichiarare alla data di presentazione della domanda, la conformità dell’intervento alla disciplina urbanistica comunale vigente nell’ipotesi in cui siano previste spese di cui alla lettera b) e c) delle “spese ammissibili”.

Sono esclusi dal bando le imprese che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata e di concordato preventivo. Pertanto al fine di ottenere il bonus alberghi è necessario che l’azienda sia sana, attiva e non abbia procedure concorsuali in corso.

Le imprese proponenti devono inoltre essere in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva ed alla normativa in materia di antimafia.

Spesa minima ammissibile: euro 80.000,00.

Le spese sono ammissibili solo se riferite a progetti avviati successivamente alla data di presentazione della domanda.


Possono presentare progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia che comprendono qualsiasi tipologia di spesa ammissibile:

  •  1. le imprese proprietarie delle strutture ricettive alberghiere e delle strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento;
  •  2. le imprese che gestiscono, in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, le strutture ricettive alberghiere e le strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia, purché i proprietari degli immobili in cui è esercitata l’attività siano persone fisiche che non svolgono attività economica.
  • Possono presentare progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia limitatamente alle tipologie di spesa di cui alle lettere a) e d):
  •  3. le imprese che gestiscono le strutture ricettive alberghiere e le strutture ricettive non alberghiere all’aria aperta oggetto di intervento e che dispongono dell’immobile in cui è esercitata l’attività in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico. Non rileva la natura giuridica del proprietario dell’immobile in cui è esercitata l’attività stessa. I soggetti di cui al punto 3 possono presentare progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia che prevedono anche la tipologia di spesa di cui alla lettera b) “opere edili-murarie e impiantistiche” unicamente per i costi delle opere strettamente funzionali e necessarie all’installazione di arredi, macchinari, attrezzature, hardware e software nella misura massima del 20% dei costi ammissibili per l’acquisto dei beni installati.


INTENSITA’ DELL’AGEVOLAZIONE DEL BONUS ALBERGHI 2020:

L’iniziativa consente di ottenere un contributo a fondo perduto fino a 200.000,00 € a fronte del 50% delle spese ammissibili. Il progetto di spesa deve essere pari ad almeno 80.000,00 €.


Il contributo massimo è quindi cinque volte superiore rispetto alla precdente versione del “Bando Turismo e Attrattività” del 2017, che consentiva di avere un contributo massimo fino a 40.000€ a fronte del 40% delle spese ammissibili.


La versione del 2020 si propone di premiare progetti di investimento importanti, essendo agevolabili progetti fino a 400.000,00 € per un contributo massimo di 200.000,00 €.



DURATA DEI PROGETTI AMMESSI AL CONTRIBUTO A FONDO PERDUITO DEL BONUS ALBERGHI 2020:

I progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia ammessi al contributo a fondo perduto della finanza agevolata a Brescia, Bergamo, Milano e nel resto della Lombardia, dovranno essere conclusi entro 18 mesi dalla data di pubblicazione della graduatoria.



CRITERI DI VALUTAZIONE E PREMIALITA’ PER AGGIUDICARSI IL BONUS ALBERGHI 2020:

I progetti di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia verranno valutati nel merito sulla base dei seguenti requisiti:

  •  QUALITÀ PROGETTUALE (intesa come congruità degli elementi progettuali per il conseguimento degli obiettivi previsti, congruità dei costi e dei tempi di realizzazione)
  •  IMPATTO SUI MACROTEMI di interesse individuati della dgr X/651 del 6 settembre 2013;
  •  ACCESSIBILITÀ E SOSTENIBILITÀ (quali ad esempio: rilevanza dell’intervento di ristrutturazione degli alberghi in Lombardia rispetto ai temi dell’accessibilità family friendly, disabilità, sostenibilità ambientale e sociale, presenza di sistemi di gestione ambientale certificati dei soggetti beneficiari).

I progetti potranno inoltre accedere all’assegnazione delle seguenti premialità:

  •  addizionalità finanziarie;
  •  titolarità femminile e/o rilevanza percentuale della componente femminile nella compagine societaria;
  •  titolarità giovanile e/o rilevanza percentuale della componente giovanile (suddivisa per genere) nella compagine societaria;
  •  appartenenza a progetti di stabile aggregazione tra reti di imprenditori.


PROCEDURA ISTRUTTORIA:

L’assegnazione del contributo a fondo perduto della finanza agevolata a Brescia, Bergamo, Milano e nel resto della Lombardia avverrà sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

L’istruttoria tecnica si articola in due fasi. In primo luogo, viene verificata la coerenza del progetto presentato in relazione ai macrotemi del posizionamento turistico individuati. In caso di valutazione positiva, verrà successivamente effettuata un’analisi tecnica del progetto sulla base dei criteri di valutazione.

Il termine per la conclusione del procedimento è stabilito in 120 giorni dalla data di chiusura dei termini per la presentazione delle domande in ragione della complessità conseguente gli adempimenti istruttori previsti



TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER L’OTTENIMENTO DEL BONUS ALBERGHI 2020:


Termini di presentazione delle domande: dalle ore 12.00 del 21/07/2020 fino alle ore 12.00 del 15/10/2020.

Sei interessato al Bonus Alberghi?

Sei proprietario o gestisci un albergo in Lombardia?

Hai in previsione di sostenere investimenti per progetti di ristrutturazione del tuo albergo?

Contatta Credit Team per ottenere il Bonus Alberghi 2020 ed investire risparmiano

Contatta gli esperti
Scroll