Skip to main content
bando ecommerce regione lombardia - finanza agevolata brescia bergamo milano - sostegno alle pmi - contributo a fondo perduto

BANDO E-COMMERCE, come vendere all’estero per migliorare l’export

Se guardiamo al mercato italiano e ci focalizziamo soprattutto a vedere come le PMI hanno affrontato il tema dell'internazionalizzazione negli anni passati, vediamo che sono state soprattutto le fiere quelle azioni di marketing che hanno portato le imprese ad intercettare i propri partner commerciali esteri.

Successivamente le aziende hanno optato per l’apertura di nuove sedi all’estero e molte imprese hanno deciso di lanciare iniziative digital, come ad esempio siti eCommerce non come punto di partenza, ma come punto di approdo di un percorso di internazionalizzazione.

Possiamo con gioia comunicarvi per anche in virtù dello stop dei mercati internazionali causa corona virus e le ultime tendenze nell’acquisto online, Regione Lombardia ha promosso in collaborazione con Unioncamere un nuovo contributo a fondo perduto per incentiva l’export.



L’agevolazione finanziaria pubblica ottenibile si chiama:

BANDO E-COMMERCE 2020 - NUOVI MERCATI PER LE IMPRESE LOMBARDE



Questa nuova opportunità in finanza agevolata è destinata alle MPMI lombarde, con l'obiettivo di sostenere l'export attraverso l'e-commerce

L’agevolazione prevede un contributo a fondo perduto con queste caratteristiche pari al 70% delle spese. Il contributo massimo ottenibile è di euro 10.000,00. La quota minimo dell’investimento deve essere pari ad euro 4.000,00

Le voci ammissibili per quanto riguarda questo nuovo contributo a fondo perduto sono le seguenti:

  •  A. accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti (tariffe di registrazione ed eventuali quote determinate in percentuale sulle transazioni effettivamente realizzate, sostenute durante il periodo di validità del progetto);
  •  B. analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
  •  C. organizzazione di interventi specifici di formazione del personale (fino a un limite massimo del 20% della somma delle restanti voci di spesa);
  •  D. acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment;
  •  E. realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale export digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati esteri e ai siti di vendita online prescelti (p.e.: predisposizione delle schede prodotto nonché di tutorial, gallery fotografiche, webinar, per la presentazione degli articoli e relative traduzioni in lingua);
  •  F. progettazione, sviluppo e/o manutenzione di sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile), anche per quanto riguarda la sincronizzazione con canali marketplace forniti da soggetti terzi; g) progettazione, sviluppo e/o manutenzione di piattaforme di AR Business commerce, ad esempio simulatori 3D olografici che permettano di visualizzare gli ambienti (es. per mostrare la propria azienda: dotazione tecnologica, parco macchine,..) servizi, lavorazioni e prodotti (visualizzando i dati tecnici di interesse, esempi di lavorazioni effettuate, etc..);
  •  G. sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;
  •  H. automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web (API – Application Programming Interface);
  •  I. raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM;
  •  J. protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati di destinazione prescelti;
  •  K. campagna digital marketing ed attività di promozione sui canali digitali (fino un limite massimo del 20% della somma delle restanti voci di spesa).

Le domande possono essere inviate esclusivamente tramite il portale Telemaco a partire dalle ore 10.00 del 25 giugno alle ore 12.00 dell’11 settembre 2020.


Vuoi avere maggiori informazioni sul bando? Clicca qui



Se però sei un’impresa bresciana, non hai sviluppato un e-commerce ma hai semplicemente realizzato un nuovo sito web o fatto il restyling del tuo vecchio sito, puoi richiedere di partecipare al bando camerale 2004>. CLICCA QUI

Scroll