Skip to main content

UN ANNO DI FINANZA AGEVOLATA IN CREDIT TEAM

Diana Conter| Area Finanza Agevolata

 November 18, 2019

FINANZA AGEVOLATA - INNOVAZIONE - LAVORO - RICERCA E SVILUPPO
FINANZA AGEVOLATA - INNOVAZIONE - LAVORO - RICERCA E SVILUPPO
Mi chiamo Diana Conter, ho 23 anni ed è già passato un anno da quando sono approdata in Credit Team.
Così, dal mio arrivo, una nuova Diana si è unita alla scuderia di Credit Team nell’area di finanza agevolata.

Già precedentemente avevo iniziato a muovere i miei primi passi nel campo della finanza agevolata, fatto di bandi, contributi e agevolazioni alle imprese, ma anche di calcoli, descrizioni di progetti, predisposizione di fascicoli e di rapporti costanti e sinergici con le mandanti ed i loro revisori contabili.

Tantissime cose ho imparato da quando lavoro in Credit Team e moltissime altre sono pronta ad accogliere ed infilare nel mio bagaglio personale.

Probabilmente chi meglio della sottoscritta è in grado di spiegare ad un neofita della materia che cosa sia la finanza agevolata. Ecco allora la volontà di scrivere un articolo che potesse essere di supporto a quegli imprenditori che si approcciano a questo mondo, per sostenere investimenti risparmiando ed accrescendo la loro competitività sul mercato.


Sei pronto a captare i segreti di questa materia e a ricevere qualche mia dritta?



COS’È LA FINANZA AGEVOLATA?


Per finanza agevolata si intendono tutti i provvedimenti messi a disposizione dal legislatore nazionale, regionale o comunitario, con l’obiettivo di mettere a disposizione delle imprese strumenti di finanza a condizioni più vantaggiose di quelle presenti sul mercato, così da favorire lo sviluppo di nuovi progetti o raggiungere la realizzazione di nuovi investimenti.

Lo scopo della finanza agevolata è quello di favorire e stimolare lo sviluppo della rete imprenditoriale sul campo nazionale, accrescendo la competitività delle imprese già presenti e la nascita delle start-up.

La finanza agevolata si compone di strumenti di svariate tipologie:

  • finanziamenti agevolati,
  • sgravi fiscali,
  • contributi a fondo perduto.



LA FINANZA AGEVOLATA STEP BY STEP


Ora che hai più chiaro il concetto di finanza agevolata, procediamo con l’analisi di alcuni punti salienti della finanza agevolata che vorrei approfondire al meglio, in questo mio primo articolo, utili per la comprensione di bandi d’agevolazione.



TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO… UN MITO DA SFATARE


Solitamente quando si pensa alla finanza agevolata la si associa (erroneamente) ai soli contributi a fondo perduto. In realtà questi ultimi costituiscono solo una piccola fetta di quella immensa torta a piani della finanza agevolata, la quale mette a disposizione delle aziende moltissimi altri strumenti utili per sostenere le necessità più differenti, come:

  • Finanziamenti a tasso agevolato;
  • Contributi in conto interessi;
  • Concessioni di garanzia;
  • Sgravi fiscali.



I DESTINATARI DELLA FINANZA AGEVOLATA ED I REQUISITI DI ACCESSO


I contributi sopra citati sono destinati alle MPMI, abbreviativo di Micro, Piccole e Medie imprese, nelle quali rientrano anche i liberi professionisti, ma vi sono numerose ulteriori agevolazioni specifiche rivolte a start-up innovative, aspiranti imprenditori, imprenditoria femminile e giovanile.

Quando si decide di accedere ad un bando di finanza agevolata, la prima azione da mettere in atto è quella di verificare l’ammissibilità come beneficiario ad un determinato avviso pubblico al quale si vuole partecipare, così da comprendere subito se si possa rientrare nel bando selezionato.

Dopo aver appurato di rientrare nei beneficiari indicati dal bando, si passa ad un ulteriore verifica, ossia se si hanno i requisiti richiesti per farlo. Ad esempio dovrai appartenere alla classe Ateco prevista dal bando, dovrai essere costituito da non oltre o da almeno un certo numero di mesi o anni, in base a cosa andrà a finanziare il bando in questione.


Nella maggior parte dei casi, il requisito per eccellenza richiesto è essere attivi ed iscritti al Registro Impese, ad eccezione dei bandi per aspiranti imprenditori.


CODICE ATECO


Per Codice Ateco si intende il Codice di Attività Economica, un codice numerico di 6 cifre che classifica in modo univoco la tua impresa. Questo codice si può verificare sulla visura camerale. Oppure puoi trovare un elenco completo di tutti i codici Ateco sul sito dell’Istat.

È un requisito molto importante il codice Ateco, in quanto la maggior parte dei contributi pubblici richiede uno specifico codice Ateco indicato nell’Avviso pubblico.



SPESE AMMISSIBILI


Per spese ammissibili si intendono i costi e gli investimenti che possono essere agevolati da un bando o da un contributo pubblico.

Ricorda però che non tutti i costi che un’impresa sostiene possono essere ritenute ammissibili al bando: infatti, a seconda dell’agevolazione o del contributo prescelto, i bandi di finanza agevolata ti aiuteranno ad acquistare macchinari o strumentazione per l’attività imprenditoriale, o ti consentiranno di spesare le consulenze, o ancora di beneficiare di un contributo a fondo perduto partecipando a manifestazioni fieristiche nazionali e/o internazionali, oppure di ottenere uno sgravio fiscale se utilizzi lo strumento della pubblicità televisiva o radiofonica per farti conoscere.


Un aspetto forse per alcuni scontato, ma non da dimenticare è quello che le spese ammissibili saranno sempre considerate al netto dell’IVA.


REGIME DE MINIMIS


Leggendo un avviso pubblico, arriverai sicuramente alla dicitura “Regime De Minimis”: il presente regime fa riferimento ad aiuti di piccola entità che possono essere erogati alle imprese, senza obbligo di notifica all’UE da parte dei Paesi membri.

Perché è importante conoscere come funziona il “Regime de Minimis”?

È fondamentale sottolineare che esistono diverse tipologie di Regolamenti a cui i bandi fanno riferimento, ognuno dei quali prevede dei massimali di aiuti concedibili alle imprese. Pertanto se si ha già ricevuto delle agevolazioni in passato e si vuole richiedere un’altra agevolazione, bisogna fare molta attenzione a non sforare il massimale del regime a cui il bando fa riferimento.


Adesso che hai scoperto qualcosina in più del mondo della finanza agevolata, non ti rimane altro che trovare il bando giusto per aumentare la tua liquidità aziendale e ottenere agevolazioni per gli investimenti che devi sostenere!

COSA ASPETTI!!!



Affidati ad un consulente specializzato

Contattaci

Ora che ho rotto il ghiaccio e terminato il mio primo articolo, non mi resta che darti appuntamento sul blog di Credit Team per scoprire le mie prossime fatiche letterarie.



Non potrai mai vincere se non cominci mai.

(Helen Rowland)



 

Autore:
Diana Conter| Area Finanza Agevolata

 


Scroll