Skip to main content
Marchio +3 - Finanza agevolata Brescia

MARCHI +3: più visibilità, più liquidità

Che cos’è il BANDO MARCHI +3?



È una misura promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere con la quale si mira a sostenere la capacità competitiva delle imprese, incoraggiando l’estensione del marchio a livello comunitario ed internazionale attraverso un contributo a fondo perduto indirizzato alle PMI che dal 1 giugno 2016 hanno depositato un marchio.

L’incentivo è articolato in base all’estensione del deposito:

  • Misura A – Agevolazione per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO;
  • Misura B – Agevolazione per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI.


Per poter beneficiare del contributo sono necessari i seguenti requisiti:

  • Essere una MPMI (Micro, Piccola, Media Impresa);
  • Avere sede legale e operativa in Italia;
  • Essere regolarmente costituite e iscritte al Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • Non essere in stato di liquidazione, scioglimento e non sottoposte a procedure concorsuali;
  • Non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione della vigente normativa antimafia;
  • Essere titolari del marchio oggetto del bonus;
  • Aver ottenuto la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la Misura A e sul registro internazionale dell’OMPI per la Misura B.
  • Aver provveduto al pagamento di tutte le tasse di deposito


Quali sono le spese oggetto del BANDO?



Le spese ammissibili riguardano:

  • Progettazione del marchio: è possibile usufruire del beneficio sulle fatture emesse da un grafico professionista o da un’agenzia di progettazione e grafica;
  • Assistenza per il deposito: è possibile recuperare tutte le fatture emesse da un consulente della proprietà industriale (iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale), da un avvocato o da un centro PATLIB;
  • Ricerche di anteriorità: in quanto per la registrazione di un marchio, sia questo comunitario o internazionale, è necessario verificare l’esistenza di marchi simili o identici tali da creare confusione nel consumatore. Le spese sostenute per questo tipo di servizio da parte di consulenti della proprietà industriale (iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale), da avvocati o da un centro PATLIB potranno essere recuperate mediante questo Bando della Finanza Agevolata;
  • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito: sarà possibile sfruttare il beneficio sulle spese sostenute sulle consulenze di un soggetto iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale, da un avvocato o da un centro PATLIB;
  • Tasse di deposito: corrisposte entro un mese dalla data in cui l'EUIPO riceve la domande, solo dopo tale pagamento verrà esaminata la domanda.

Ai fini dell’ammissibilità della domanda tutte le spese, comprese le tasse di deposito, devono essere sostenute a decorrere dal 1° giugno 2016, e comunque in data antecedente la presentazione della domanda. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e pagamenti effettuati a partire dal 01/06/2016, e comunque in data antecedente la presentazione della domanda.


Cosa prevede l’agevolazione?


L’agevolazione concessa prevede un contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese sostenute, secondo i limiti delle diverse categorie di spesa.

  • Misura A – l’importo massimo dell’agevolazione è pari a 6.000,00€
  • Misura B – l’importo massimo del beneficio è pari a 6.000,00€ se depositato in un solo Paese; – l’importo massimo dell’agevolazione è pari a 7.000,00€ se depositato in più Paesi.
  • Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione fino al raggiungimento del valore complessivo di €20.000,00.

    Le agevolazioni concesse dal Bando non sono cumulabili, per le stesse spese ammissibili, con altri aiuti concessi in regime de minimis o con altri aiuti di Stato. L'ammontare risultante dal cumulo con benefici di natura diversa dagli aiuti di Stato o de minimis, non potrà in ogni caso superare le spese effettivamente sostenute.


    Obiettivo del BANDO MARCHI +3


    Il Ministero dello Sviluppo Economico ha voluto promuovere il Bando Marchi +3 per incentivare la visibilità e la competitività delle imprese italiane all’estero, il bonus punta inoltre ad incoraggiare l’investimento delle PMI per i propri beni di Proprietà Industriale, all’interno della Comunità Europea e nel resto del Mondo, in particolare in Cina e negli Stati Uniti.

    Nello specifico, se si tratta di marchi internazionali, registrati nei due paesi appena citati, gli importi massimi dell’agevolazione sono superiori rispetto alla registrazione nei soli Paesi Europei.


    Come presentare la domanda?


    Per poter usufruire del beneficio è necessario compilare un form on line, successivamente, entro 5 giorni dalla data del protocollo assegnato, dovrà essere presentata la domanda tramite PEC.

    Le risorse verranno assegnate alle imprese secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.



    NOVITÀ

    È STATA INCREMENTATA LA DOTAZIONE FINANZIARIA PER I MARCHI +3 e sono quindi STATI RIAPERTI i termini per l’attribuzione del contributo.



    Le domande di agevolazione possono essere presentate a partire dalle ore 09:00 del 30 marzo 2020 e sino all'esaurimento delle risorse disponibili.




Se hai registrato un marchio o se sei interessato a conoscere tutti i dettagli sul BANDO MARCHIO +3 contatta i nostri esperti.

Hai bisogno di informazioni?


I Tuoi Dati







Acconsento al trattamento di questi dati secondo le norme del GDPR



Conferma che non sei un Robot










Grazie per averci Contattato





Un nostro consulente ti contatterà al più presto!






TAGS: Credit Team Srl - Sede Brescia - Finanza Agevolata Brescia- Recupero Crediti Brescia

Credit Team Srl - Sede Milano - Finanza Agevolata Milano- Recupero Crediti Milano

Scroll