Skip to main content

2 MLN PER NUOVE IDEE RIUSO E RIUTILIZZO DI MATERIALE RICICLATO

Giulia | Responsabile Amministratore

 June 18, 2019

economia circolare - finanza agevolata brescia, finanza agevolata milano - consulenza
economia circolare - finanza agevolata brescia, finanza agevolata milano - consulenza

Un tema molto dibattuto, soprattutto in questi ultimi tempi in cui c’è molta più attenzione all’ambiente e alla filosofia green, è relativo all’ECONOMIA CIRCOLARE.


CHE COS’E’ L’ECONOMIA CIRCOLARE?


L’economia circolare è un modello di produzione e consumo, in cui i prodotti mantengono il loro valore aggiunto il più a lungo possibile e non ci sono rifiuti, implica infatti la condivisione, il prestito, il riutilizzo, la riparazione, il ricondizionamento e il riciclo dei materiali e prodotti esistenti.

Attraverso questo modello di produzione il prodotto, una volta terminata la sua funzione, viene reinserito all’interno del ciclo produttivo, nella sua totalità oppure in alcune delle sue parti, andando così a generare ulteriore valore.

Attraverso l’economia circolare viene messo in discussione il modello tradizionale, che dipende dalla disponibilità di grandi quantità di materiali e energia reperibili a basso prezzo, e che si basa sull’estrarre, produrre, utilizzare e gettare.

Per questo la domanda da un milione di dollari è: LE AZIENDE ITALIANE SONO PRONTE ALL’ECONOMIA CIRCOLARE?

La Giunta di Regione Lombardia, appoggiata dall'assessore allo Sviluppo Economico e in accordo con l’Assessore all'Ambiente e Clima, ha approvato una delibera che mette a disposizione, insieme a Unioncamere Lombardia, 2.000.000,00 € a sostegno delle aziende che promuovono progetti di riuso e l’utilizzo di materiali riciclati derivanti dai cicli produttivi.

Il bando è stato così suddiviso:

  • 1.000.000,00€ a carico della Regione;
  • 1.000.000,00€ a carico delle Camere di Commercio.

L’Economia circolare rappresenta quindi un importante leva di sviluppo per imprese lombarde che, grazie a questo Bando, possono riqualificare le filiere produttive e di conseguenza essere più competitive nel mercato in un’ottica di sostenibilità sempre più applicata.


COME SI ARTICOLA QUESTA AGEVOLAZIONE?


Si articola principalmente in tre fasi:

  • La FASE UNO: prevede la presentazione delle candidature per le idee progettuali, che dovranno essere presentate dalle ore 10 del 18 giugno 2019 sino alle ore 12 del 2 agosto 2019;
  • La FASE DUE: consiste nell’indirizzo e nel supporto alla presentazione dei progetti definiti, per cui saranno messi a disposizione 400.000,00e
  • La FASE TRE: prevista per il 2020 vedrà l’attuazione degli interventi attraverso la messa a disposizione di 1.600.000,00€

Le “IDEE IMPRENDITORIALI” potranno essere presentate esclusivamente attraverso modalità telematica sul sito di Infocamere. I principali ambiti di intervento riguardano:

  • L’innovazione di prodotto e processo attraverso l’utilizzo efficiente delle risorse;
  • Utilizzo di sottoprodotti all'interno di cicli produttivi;
  • Riduzione della produzione di rifiuti e riutilizzo dei materiali, miglioramento della loro riciclabilità;
  • Progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati e finalizzati al miglioramento dell’efficacie e dell’efficienza della filiera produttiva.


CHI PUO’ PARTECIPARE?


Al Bando potranno partecipare le micro, piccole e medie imprese (MPMI) in forma singola o in aggregazione composta da almeno 3 imprese rappresentanti la filiera; all'aggregazione può prendere parte anche una grande impresa, che non può essere beneficiaria del contributo.



Affidati ad un consulente, contattaci

Contattaci

 

Autore:
Giulia | Responsabile Amministratore

 


Scroll